Webinar Talkwalker: social listening, social network e AI revolution

La AI revolution è al centro di uno studio del Digital Transformation Institute di Capgemini chiamato “Turning AI into concrete value: the successuf implementers toolkit”, che ha raccolto la testimonianza di circa un migliaio di imprese (anche startup) in qualche modo già attive su progetti e iniziative legate all’AI, che afferma che i vantaggi vanno oltre l’intrattenimento dei consumatori.

Lo studio è una guida pragmatica per sostenere le organizzazioni nelle loro decisioni di investimento nell’IA. Si sono analizzati più di 50 casi d’uso di AI riguardo alla loro adozione, complessità e benefici, intervistato i dirigenti di quasi 1.000 aziende in tutto il mondo che stanno già implementando l’intelligenza artificiale. Capgemini, per raccogliere i punti di vista divisi in quattro aree, ha parlato con accademici – oltre a dirigenti verticalizzati sull’IA per aziende globali, start-up e venditori:

  • Quali benefici concreti stanno vedendo le organizzazioni dall’IA oggi?
  • Quali casi d’uso stanno apportando i maggiori benefici?
  • Dove dovrebbero investire le organizzazioni?
  • Quali passi sono essenziali per iniziare con una strategia e una roadmap per l’intelligenza artificiale?

Webinar Talkwalker

Il 10 ottobre parlerò nel webinar Talkwalker delle opportunità di una delle tendenze marketing del momento: l’Artificial Intelligence (AI). Nel webinar spiegheremo perché l’AI è un’opportunità per marketer, aziende e utenti. Cercheremo di guardare l’AI come un’opportunità e allontanare con forza la riluttanza verso le nuove prassi tecnologiche che alcuni guardano come scheletri nell’armadio. Il webinar si compone di una struttura innovativa che porta alla luce esempi nascosti di AI e le funzioni avanzate della piattaforma Facebook come Brand Collabs Manager e Branded Content Matching, Brand Partnership, Adv e le opportunità che offre Talkwalker con le ultime evoluzioni nel social listening (sentiment analysis, image recognition, custom models).

Webinar Talkwalker AI, social listening e social network

L’83% dei manager intervistati (di nove Paesi, tra cui l’Italia) conferma l’apertura di nuove posizioni all’interno dell’azienda, allontanando le considerazioni di alcuni sui tagli al personale correlati alla sua adozione. Si tratta, indubbiamente, di ruoli di livello senior, con i due terzi delle nuove assunzioni registrate a livello manageriale o di livello superiore. Oltre i tre quinti delle imprese che hanno implementato soluzioni su larga scala (il 63% per la precisione), affermano inoltre che non vi è stata alcuna perdita di personale. I tre quarti delle società intervistate hanno registrato un aumento delle vendite del 10%, direttamente legato all’implementazione di artificial intelligence, costituisce senza dubbio un volano per il suo futuro sviluppo in azienda. Soprattutto riguardo l’aumento dei livelli di customer experience e di fidelizzazione dei consumatori.

AI al servizio della User Experience

È interessante notare come le aziende con particolare esperienza in ambito tecnologico che hanno già implementato l’Intelligenza Artificiale stiano riscontrando:

  • incremento delle vendite,
  • potenziamento dell’operatività,
  • facilitazioni a livello di engagement dei clienti
  • creazione di nuove idee di business.

Il focus delle aziende che già utilizza l’AI è senza dubbio relativo alla customer experience: il 73% afferma che l’Intelligenza Artificiale possa aumentare il grado di soddisfazione del cliente, mentre il 65% afferma che queste tecnologie possano ridurre il tasso futuro di abbandono da parte della clientela.

La quarta rivoluzione industriale relativa all’Intelligenza artificiale impone alle aziende di riorganizzare le prassi infrastrutturali e concettuali. Le organizzazioni sono vere e proprie entità viventi he si adattano al cambiamento e ai consumatori stessi, in piena ottica Remediation, concetto creato da Bolter e Grusin, dove un media ingloba un altro media e dove in questo preciso momento storico si fanno media anche aziende, utenti e macchine, incorporandosi a vicenda in una relazione circolare e continua.

 

AI, social listening e social network

 

Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media FoodMarketer.
Monia Taglienti
Post by Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media Food Marketer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *