Social Media 2018: utilizzo per età e nuovi trend [Parte 2]

Come ho detto nel precedente articolo, nell’analisi di Pew Research Center, ci sono sostanziali differenze nell’utilizzo dei social media per età. Circa l’88% dei giovani tra i 18 e 29 anni dichiara di utilizzare qualsiasi forma di social media. Quota che scende al 78% tra quelli di età compresa tra i 30 e 49 anni, al 64% tra quelle di età compresa tra i 50 e 64 anni e al 37% tra gli americani di 65 anni e oltre.

Allo stesso tempo, ci sono anche differenze sostanziali nell’uso di varie piattaforme di social media all’interno della popolazione di giovani adulti. Gli americani di età compresa tra i 18 ei 24 anni hanno maggiori probabilità di utilizzare piattaforme come Snapchat, Instagram e Twitter anche se confrontati con quelli di età compresa tra i 20 ei 20 anni. Queste differenze sono particolarmente evidenti quando si parla di Snapchat: il 78% dei ragazzi di età compresa tra i 18 e i 24 anni sono utenti di Snapchat, ma questa percentuale scende al 54% tra quelle di età compresa tra 25 e 29 anni.

Ad eccezione di quelli di 65 anni, Facebook è utilizzato dalla maggior parte degli americani in diversi gruppi demografici. Ma altre piattaforme attraggono più fortemente alcuni sottogruppi della popolazione. Oltre alle differenze legate all’età nell’uso di siti come Instagram e Snapchat sopra riportati, questi sono alcuni degli esempi più importanti:

  • Pinterest rimane sostanzialmente più popolare tra le donne (il 41% delle quali afferma di utilizzare il sito) rispetto agli uomini (16%).
  • LinkedIn rimane particolarmente popolare tra i laureati e quelli in famiglie ad alto reddito. Circa il 50% degli americani con un diploma universitario utilizza LinkedIn, rispetto a solo il 9% di quelli con un diploma di scuola superiore o meno.
  • WhatsApp è popolare in America Latina, e questa popolarità si estende anche ai latini negli Stati Uniti: il 49% degli ispanici riferisce di essere utenti di WhatsApp, rispetto al 14% dei bianchi e al 21% dei neri.

Social Media Use 2018 – Fonte Pew Research

Social Media, crossmedialità e consumo incrociato

Come era vero nelle precedenti indagini sull’uso dei social media, vi è una notevole sovrapposizione tra gli utenti dei vari social network misurati in questa analisi. In particolare, una significativa maggioranza di utenti di queste piattaforme social indica che usa al tempo stesso Facebook e YouTube. Ma questa “reciprocità” si estende anche ad altri siti.

Social Media Use 2018 – Fonte Pew Research

 

Anche se la maggior parte degli americani  utilizza piattaforme sociali di vario tipo, una percentuale relativamente ampia di questi utenti ritiene di poter rinunciare ai social media senza troppe difficoltà. Della serie, mi fido ma non troppo.

Ti ricordo che puoi acquistare Facebook Marketing Pro, il libro edito da Hoepli che ho scritto insieme a Cristiano Carriero, sul sito Hoepli, su Amazon o nella libreria della tua città. Ti invito anche ad iscriverti al mio canale Telegram, cliccando sul banner, perché ogni giorno troverai contenuti originali e dedicati a Facebook, WhatsApp for Business, Instagram e tutta la famiglia degli strumenti Facebook Inc.

 

Newsletter

Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media FoodMarketer.
Monia Taglienti
Post by Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media Food Marketer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *