PMI allo sbaraglio, l’importanza di una guida

Le PMI si suddividono in micro imprese, piccole imprese e medie imprese, esse sono dei microuniversi che come stelle impazzite si muovono senza un ordine logico. Ciò di cui hanno bisogno le PMI è una guida, ma non solo una guida scritta.

Devo dire che molto spesso mi trovo a diretto contatto con Imprenditori che hanno deciso di tirar su le maniche e iniziare l’avventura in Italia. Eh si, si tratta di una vera e propria avventura se parliamo di cercare di avere un posto al sole nel mercato aziendale italiano.

Ma al di là di quella che è la situazione economica italiana vedo Imprenditori persi; sì proprio così,

PMIDi cosa hanno paura le PMI?

Il timore è quello di perdere importanti somme di denaro in azioni strategicamente azzardate; c’è reale mancanza di strumenti per capire quali siano i passi da fare e tutto ciò perché non ci si affida. Delegare o dar fiducia ad un Professionista potrebbe essere la cura a tanti mali consequenziali. Il più delle volte si capisce, altri meno. Quando non si capisce si va incontro il più delle volte alla chiusura dell’Attività come nel 40% dei casi dal 2010 a metà 2014.

Cosa pensano le PMI?

Di poter sfruttare gli strumenti della Comunicazione Digitale in maniera gratuita e spontanea; come se anni e anni di gavetta, corsi specifici o lauree non contassero nulla. Si fa presto a dire “Lo faccio io altrimenti!“, mi viene da girare la sedia e di colpo alzarmi, sbattere il palmo della mano sulla scrivania e dire “Ma tu sei sicuro che lo faresti come me?” oppure “Ma tu che lavoro fai?“, il più delle volte è una lento fluire di parole diplomatiche per rimettere al suo posto il caro Imprenditore che non ha capito come si interagisce.

Chi sono?

Professionisti dei loro settori che in qualche modo non hanno budget adeguati per rivolgersi a persone competenti in materia e pensano che uno strumento, purché sia online, possa essere sfruttato e utilizzato da chiunque. La maggior parte delle volte capiscono che così non funziona e tornano sui loro passi. Sta a noi essere bravi nel far capire certe dinamiche.

Come aiutarli?

La fase di ascolto e progettazione è fondamentale per il raggiungimento dell’obiettivo finale. Comprendere fino in fondo i timori, le esigenze e il mercato di appartenenza ti farà entrare a pieno ritmo nell’attività che ti viene proposta.

Ciò di cui hanno bisogno è una guida, ma non una guida scritta, come le famose “Guida galattica per gli autostoppisti”. Non funziona così, non si lavora così! Una Guida è un Professionista che con dedizione e amore per il proprio lavoro si mette a disposizione del proprio Cliente e lo accompagna verso il suo obiettivo attraverso:

  • l’ascolto
  • la pianificazione
  • la ricerca
  • l’attuazione pratica
  • il successo

Tutte le fasi sono estremamente delicate e cambiano di volta in volta a seconda del Progetto, ma sull’ultima posso essere certa. Tutti vogliono sentirsi parte di un gruppo e condividere il successo, perché “la felicità è reale solo se condivisa”. Ma dev’esserci alla base di questo rapporto una reale fiducia, senza di essa non si canta Messa come si suol dire e il lavoro svolto non avrà la stessa valenza.

Se il nostro caro Imprenditore vuole assumersi la responsabilità della sua presenza online è sicuramente perché non ha compreso quanto può perdere con una malsana gestione dei suoi canali di comunicazione digitali. Chi pensa di risparmiare prima, si troverà a spendere il doppio poi.

Tu cosa ne pensi? Mi fai conoscere la tua opinione sulla Pagina Facebook del Blog oppure qui sotto tra i commenti?

Newsletter

Monia Taglienti

Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media FoodMarketer.
Monia Taglienti
Post by Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media Food Marketer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *