Perché lavori nel settore Comunicazione?

Chi mi conosce sa che amo ascoltare le storie delle persone che incontro, ovviamente queste certe volte sono davvero intense e interessanti altre invece lasciano il tempo che trovano. Ho sempre in mente che ogni persona ha il suo percorso di vita e che sicuramente questo modifica la concezione che abbiamo di essa, ma quello che non riesco proprio a spiegarmi è perché vuoi lavorare nel settore Comunicazione? Cosa ti porta a pensare che sia facile o affascinante?

Quello che gli altri non dicono

Sembra un mondo fatato, fatto di eventi fighi, gente figa e creativa che se ne va in giro per l’Italia (o per il mondo) con colori bizzarri tra i capelli o giacche a pois con papillon flou.

Non ci siamo!

Quello che pensi o che ti hanno raccontato non è vero, non pensare che esista tutto questo, o meglio qualcuno ci sarà pure che vive sugli allori della moda del momento che si chiama “sosscial media” ma non è la totalità di noi ecco.

La maggior parte passa il tempo seduto in posizioni improponibili al pc, ha gli occhiali calati sul naso e gli i capelli acciuffati con qualche mollettina (se si tratta ovviamente di donne) o con jeans sbottonati e tshirt con scritta scostumata se siamo davanti ad un ometto.

Ci vuole davvero poco?

Dagli ultimi dati We Are Social, “Digital in 2016“, sappiamo che la popolazione italiana ammonta a quasi 59 milioni di individui dove circa 37 milioni sono gli utenti internet e 28 milioni gli utilizzatori dei social.

Sai cosa significa avere a che fare con 28 milioni di utenti? No! Ecco 🙂

Penserai che non abbiamo a che fare con tutti questi utenti contemporaneamente (e ci mancherebbe) ma sai cosa significa gestire Community online? Rispondere a lamentele su TripAdvisor al posto dei Clienti? Creare grafiche quotidianamente per i Facebook Post e tadadadan rimanere connessi h24 (o quasi) perché internet non chiude mica eh.

Non credo che tu lo sappia.

Molte volte nel settore parliamo di digital detox, sì tu pensi al detox per la ciccia con le centrifughe al cetriolo, noi pensiamo al disintossicazione dal web e il cetriolo di solito finiamo per sgranocchiarlo ansiosamente davanti una campagna che non riesce a prendere il largo o al telefono con i Clienti che chiedono maggiori visualizzazioni dei post, più like, più fatturato e non capiscono proprio che non abbiamo la bacchetta magica e che se ce l’avessimo ci teletraporteremmo alle Maldive e lavoreremmo da lì (quelli fighi veri ci sono riusciti per inciso)

In cosa ci impegniamo?

Oltre alla formazione continua (sempre perché le piattaforme, internet e gli strumenti a disposizione sempre maggiori), ci adoperiamo per curare la presenza online di chi crede che solo l’offline non sia abbastanza.

Curare la presenza online significa analizzare il mercato di riferimento e scegliere come muoversi e poi ovviamente muoversi. Evitiamo terminoni tecnici che tanto non ti rincuorano, né aiutano. Ciò di cui devi essere consapevole è che affronterai una guerra insieme al tuo Cliente, il tuo compagno diverrà colui che al tempo stesso giocherà con te ma a volte anche contro e vuoi o non vuoi lo dovrai amare.

L’assenza di materiale, dati statistici oggettivi e la voglia di fare bene saranno un’utopia, ma non mollare facciamo uno dei lavori più belli del mondo.

Sei un Comunicatore Addict se

Ami conoscere a fondo chi ti sta davanti

Non smetteresti mai di navigare e rimani incastrato nelle pagine web

Sei curioso di tuo

Ami studiare

Adori la comunicazione in ogni sua forma, che possa essere quella visual o testuale

Faresti di tutto per capire come far arrivare a destinazione il mood del progetto che ti è stato affidato

Non pensi mai “va bene così, tanto chi lo legge”

Conosci e applichi il Modello di Lasswell

Ti diverti con i quadrati semiotici

Sfrutti l’analisi SWOT pure per comprare le scarpe

Monia Taglienti

Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media FoodMarketer.
Monia Taglienti
Post by Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media Food Marketer.

4 Responses to Perché lavori nel settore Comunicazione?

    • Veronica ti ringrazio 🙂

      e per quanto riguarda l’analisi SWOT dai chi è che non traccia due righe per punti di forza e debolezza, minacce e opportunità in relazione alle scarpe 😀

      Grazie ancora

  1. Monia, copio e incollo (parte) di ciò che penso e leggo da te:
    – Amo conoscere a fondo chi mi sta davanti
    – Non smetterei mai di navigare e rimango incastrato nelle pagine web
    – Sono curioso di mio
    – Amo studiare (ehm, qui un po’ meno…)
    – Adoro la comunicazione in ogni sua forma, che possa essere quella visual o testuale
    Grazie! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *