Facebook: pubblicità su Whatsapp, Instagram e Messenger

Mark Zuckerberg ha rilasciato da qualche giorno i risultati del quarto trimestre 2018 che segnano la buona salute delle piattaforme di proprietà di Facebook Inc.

Più di 2.6 miliardi di persone ora usano Facebook, Whatsapp, Instagram o Messenger ogni mese, e più di 2 miliardi di persone usano ogni giorno almeno uno dei servizi associati.

Il 2018 è stato un anno importante per Zuckerberg e Facebook, pieno di progressi e problemi difficili, ma che ha superato in piena forma e la crisis management è stata eccellente.

Quali sono le novità per Facebook, Whatsapp, Instagram e Messenger?

Appartenere a un gruppo è da sempre importante, con Facebook lo è ancor di più. La condivisione pubblica dei propri momenti di vita diventa imprescindibile al giorno d’oggi per un sano personal branding o per rimanere in contatto con amici e parenti lontani.

Condividere contenuti relativi alla propria vita professionale sostiene la costruzione del brand personale che permette di attrarre clienti e parlare con la propria comunità, ampia o ristretta non importa, purché sia vera.

Questi contenuti includono sia post che Stories, le persone si sentono più a loro agio ad essere se stessi quando sanno che il loro contenuto sarà visto solo da un gruppo più piccolo e avrà una vita breve.

Sui messaggi in modo specifico, Facebook Inc. ha creato le migliori app di messaggistica del mondo. Le persone inviano circa 100 miliardi di messaggi ogni giorno usando i nostri servizi, e anche il secondo servizio più popolare, Messenger, ha un volume di messaggio giornaliero più alto di quello che gli sms avevano a livello globale al suo e questo non è solo testo, le persone condividono più foto, video e link su Whatsapp e Messenger di quanto non facciano sui social network.

I numeri di Facebook Messenger sono spaventosi:

  • 1.3 Miliardi di utenti attivi ogni mese
  • 400 Milioni di usa voce e video ogni mese
  • 200.000 Sviluppatori presenti in piattaforma
  • 10 Miliardi di messaggi tra persone e aziende
  • 300.000 Chat Bot attivi su Messenger
  • 7 Miliardi di foto condivise ogni mese

Facebook va forte in gran parte dei paesi, ma il più grande concorrente è Imessage, sopratutto in importanti paesi come gli Stati Uniti dove l’Iphone è molto forte. Imessagge e Facebook sembrano non andare molto d’accordo.

Come fare pubblicità su WhatsApp?

Oltre WhatsApp Business, l’impegno futuro di Facebook, che non è neanche troppo futuro, è quello di dare alle aziende ulteriori strumenti a pagamento per aumentare le interazioni con il loro target.

Gli account Whatsapp Business creati sono più di 3 milioni e gli stati utilizzati dagli utenti ammontano a 450 milioni a breve Facebook Inc. inizierà i test di due prodotti da proporre alle imprese come: messaggi a pagamento e annunci nelle storie. Facendo pagare le imprese per inviare messaggi, si spera che queste possano essere più selettive nei contenuti che inviano agli utenti, per fare in modo che questi possano essere destinatari di messaggi importanti, informativi e utili. Di fondamentale importanza per le PMI e le microimprese che possono davvero essere agevolate nel processo di comunicazione con i clienti.

Occorrerà che le aziende si dedichino sempre più alla creatività, alla strategia e alle analisi, per produrre contenuti che possano essere rilevanti per i loro utenti e permettano di procedere con il processo di acquisto. Perché, l’abbiamo detto tante volte, le persone non sono sui social per acquistare, ma per parlare con le altre persone e con i brand, solo successivamente, se si vincerà la battaglia dell’attenzione, si potrà vendere il proprio servizio, prodotto o branding.

Gli Stati di WhatsApp superano in numero le Storie di Instagram, queste ultime continuano ad essere le preferite da sviluppatori e marketing strategist di Facebook, infatti Zuckerberg ha ammesso di essere in procinto di preparare delle funzionalità nuove per i contenuti lunghi e IGTV su Instagram.

Facebook è morto?

Più che morto ha colonizzato tutto il colonizzabile, La crescita dei ricavi su base annua di Facebook è già rallentata dal 59% del terzo trimestre 2016, al 49% di un anno fa, al 33% in quanto Zuckerberg ammette di aver raggiunto livelli di saturazione nei mercati sviluppati, oltre a esaurire lo spazio di News Feed. Ora è il momento di mantenere il primato. Facebook Inc. ora rivolgerà il suo sguardo anche alle regioni Asia-Pacifico e resto del mondo.

 

 

Ti ricordo che puoi acquistare Facebook Marketing Pro, il libro edito da Hoepli che ho scritto insieme a Cristiano Carriero, sul sito Hoepli, su Amazon o nella libreria della tua città. Ti invito anche ad iscriverti al mio canale Telegram, cliccando sul banner, perché ogni giorno troverai contenuti originali e dedicati a Facebook, WhatsApp for Business, Instagram e tutta la famiglia degli strumenti Facebook Inc.

 

Newsletter

Monia Taglienti

Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media FoodMarketer.
Monia Taglienti
Post by Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media Food Marketer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *