Le Eccellenze in digitale di Google! Come partecipare?

Le eccellenze in digitale è un percorso online di Google, composto da lezioni e innumerevoli quiz online che conducono l’utente (qualsiasi utente abbia un account google) ad avere un attestato di formazione digitale completamente gratuito e ad essere introdotto nel settore web marketing e digital per PMI. 

Dopo Distretti sul Web, Google e Unioncamere, impegnano di nuovo energie e risorse per portare il digitale ad essere maggiormente conosciuto ed utilizzato.

In cosa si articola il corso di eccellenze in digitale?

Come ti ho spiegato il corso è un lungo cammino attraverso un numero di lezioni stabilito dagli obiettivi che determini in fase di registrazione. Ho fatto una prova per capire di cosa si trattasse, ho stabilito gli obiettivi che potrebbero interessare l’utente medio e ho iniziato.eccellenze in digitale google

Gli obiettivi mi hanno portato a 8 aree composte da 89 lezioni totali. Le aree di eccellenze in digitale comprendono:

  1. Le opportunità online
  2. I tuoi primi passi verso il successo online
  3. Inizia ad usare l’analisi dei dati
  4. Aiuta le persone della tua zona a trovarti online
  5. Fatti notare grazie ai social media
  6. Scopri tutte le opportunità del mobile
  7. Espandi il tuo business a livello internazionale
  8. Crea il tuo negozio online.

Facile capire come questo percorso possa avere diverse utilità, con una semplice analisi swot per capire di cosa si tratta. L’analisi swot è utile per chiarire:

  • punti di forza;
  • punti di debolezza
  • opportunità;
  • minacce.

Punti di forza

Il percorso di eccellenze in digitale di Google mira a fornire le conoscenze base alla popolazione italiana che secondo i dati We Are Social 37.67 milioni accede alla rete e per il 95% lo strumento utilizzato e lo smartphone o il tablet. Nonostante ciò, gli italiani sono analfabeti digitali, dei 60% di individui connessi, solo il 40% sfrutta le potenzialità della rete.

I dati Eurostat non sono confortanti, solo il 16% delle pmi in Italia sfrutta le potenzialità del digitale nel 2015.

L’italia è 25esima per utilizzo digital e ben 54esima per larghezza di banda, ciò significa che l’italiano medio fa fatica a fare transazioni online, settare la casella di posta e sfruttare a pieno promozioni che arrivano dal digital.

In mezzo a questo mare di mancanza Google Italia e Unioncamere hanno attivato il percorso chiamato Eccellenze in Digitale anche lezioni offline incontrando le camere di commercio e gli imprenditori locali in convegni e interventi frontali, sarebbe stato complesso arrivare a chi internet non lo utilizza proprio attraverso la rete. Potrebbe essere quasi un punto di debolezza unito al punto di forza, non trovi?

Punti di debolezza

Svolgendo le lezioni e immaginando di essere un neofita, un individuo che di rete e internet non ne sapeva davvero nulla. Ho trovato che alcuni concetti potrebbero rivelarsi di difficile comprensione, immagino per il 60enne che con difficoltà riconosce la differenza tra sito web e pagina Facebook ad esempio oppure per chi pensa che creare una strategia digitale per raggiungere i propri obiettivi business sia alla portata di tutti proprio come viene esplicitato nel video che segue.

Unioncamere e Google Italia hanno stretto l’accordo per agevolare la penetrazione del digital in Italia con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, ma non hanno tenuto conto che esistono delle figure professionali dedite al digital in Italia. Secondo la Pagina Facebook di Eccellenze in Digitale esistono diversi imprenditori che asseriscono che da soli con Google sono riusciti a stabile i loro obiettivi, pianificare la loro strategia digitale e gestire i canali di comunicazione social come l’attuale imprenditore a capo della Lispi&Co, un’azienda impegnata nella lavorazione del ferro battuto.

 

Opportunità

In Italia come abbiamo visto 6 persone su 10 non utilizza gli strumenti che la rete offre, questo progetto potrebbe aiutare tutti quegli imprenditori che aspettano ancora sull’uscio della porta i clienti che entrano e coloro che non si attivano per cambiare insieme al mondo che cambia, in questo caso tecnologico ed economico.

Una grande opportunità di far conoscere la rete e tutte le potenzialità del digital attraverso il più diffuso ed utilizzato motore di ricerca, che ha importante credibilità e sostanziosa autorevolezza.

Minacce

A mio avviso, le figure professionali che operano del ambiente digital sono minacciate da un colosso che non presenta di fatto le persone, perché di individui stiamo parlando, che lavorano al suo interno, come social media manager, developer, web designer, social media strategist, digital analyst e via dicendo; ma presenta giovani laureati, neolaureati e diplomati come esperti che possano seguire progetti strategici delle piccole e medie imprese. Come recita, infatti, il bando 132 giovani in 9 mesi hanno acquisito competenze e sostenuto la digitalizzazione delle pmi. Il messaggio che si trasmette è anche “Caro imprenditore della pmi ti indico come poter fare pubblicità su adwords, come pianificare i tuoi obiettivi, come creare una strategia almeno puoi far da solo”.

Non sono certa si possa limitare la conoscenza delle rete ad un corso base o a delle conoscenze così relativamente superficiali, il pensiero che mi attanaglia è che con un corso del genere, gli improvvisatori si sentiranno ancora più forti della loro improvvisazione e creeranno importanti buchi alla loro azienda dando colpa alla rete.

Conclusioni

A livello locale non so se siano state prese misure diverse, ma occorreva forse aggiungere una area sulle figure professionali che operano nel settore e non limitarsi solo a vendere i servizi Google. Era necessaria presentare una lista infinita di professionisti che si occupano di strategia, tecnica e sviluppo e non solo presentare il pacchetto completo con i propri collaboratori.

Tu pensi possa essere un nuovo modo di Google di entrare a gamba tesa sull’operato di agenzie di comunicazione, digital agency e freelance oppure è solo il modo presentare le opportunità della rete?

Mi farebbe piacere confrontarmi con te e con il tuo pensiero, fammi sapere cosa ne pensi qui sotto nei commenti oppure sulla pagina Facebook del blog, ci tengo a conoscere la tua opinione in merito.

Monia Taglienti

Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media FoodMarketer.
Monia Taglienti
Post by Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media Food Marketer.

6 Responses to Le Eccellenze in digitale di Google! Come partecipare?

  1. Ciao Monica e complimenti per il tuo articolo. Anche noi siamo della stessa opinione: il fai da te digitale non è per le nostre aziende, che nella maggior parte dei casi sono troppo piccole e si trovano a non avere le conoscenze e le risorse per gestire internamente la loro presenza digitale. Il rischio in questi casi è quello di sprecare tempo e soldi e dare la sensazione che il web marketing non funzioni.
    Concordo che sarebbe molto meglio dare visibilità ai professionisti in grado di aiutare le nostre aziende a creare una strategia di web marketing su misura.

    • Monia 🙂

      Ciao Manuel, intanto grazie per il feedback. Concordo su ciò che scrivi e il dubbio che mi rimane è relativo a queste metodiche, volte a dare conoscenze superficiali del settore e nulla più.

      Non pensi sia un azzardo un corso del genere?

      Buona giornata
      Monia

  2. Ciao Monia,
    Bellissimo articolo e scritto divinamente.
    Proprio ieri ho iniziato il “Corso” di Google e mi sono chiaramente accorta che quello di cui parlano all’interno di queste lezioni non sono altro che concetti base senza poi di fatto un’ applicazione pratica.
    È buffo che Google inserisca i racconti di imprenditori che grazie a questo corso hanno potuto movimentare la loro azienda online.
    Un esempio di ciò sta soprattutto nel corso di e-commerce che articolato in due lezioncine ti spiega come fare e-commerce e come entrare nelle grazie dei siti di pagamento terzi.
    Probabilmente google si dimentica che “Dietro una grande azienda c’è sempre una persona o un team che si occupa di comunicazione.

    Il corso puó probabilmente dare le basi per aiutarti a capire cosa fanno i tuoi collaboratori smanettoni ma sostituirti ed essi è tutta un’altra storia.

    • Ciao Sonia,

      intanto grazie per i complimenti che fanno sempre bene all’anima 🙂

      Penso anche io quello che scrivi, purtroppo il mio timore è che possa un corso del genere possa sminuire le professionalità dell’ambiente digital o fornire armi di improvvisazione di massa. Spero di sbagliare davvero.

      Teniamoci in contatto, vedi tu dove 😉
      Buon lavoro
      Monia

  3. Gion.

    Grazie e complimenti per l’articolo. Personalmente quasi un annetto fa ho testato il corso e sono arrivato alla fine soddisfatto. Non esci con conoscenze elevate ma con la giusta base di web marketing che ti serve per accedere a corsi approfonditi o comunque mettere in pratica direttamente sul campo.
    Sono d’accordo che la nozionistica non è talvolta di diretta comprensione per over 60enni ma nel complesso un free-packet di alta qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *