Come Facebook può aiutare i giornali locali?

Al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia ho potuto assistere alla session dedicata a Facebook Journalism Project che si pone l’obiettivo di collaborare con gli organi di informazione per aiutare la community ad essere più informata e capire come Facebook può aiutare i giornali locali.

Purtroppo come molto spesso accade si notano di più notizie attinenti alle fake news e non gli sforzi che fa la più grande piattaforma social per essere d’aiuto alle persone.

In cosa consiste il Facebook Journalism Project?

È un progetto che mira al sostegno dei giornalisti attraverso diversi strumenti che possano essere tecnici o formativi e nel sostegno ai giornalisti di conseguenza Facebook può aiutare i giornali locali, con:

  • Credibility Coalition
  • Certificazione Facebook for Journalists
  • Sicurezza su Facebook per i giornalisti
  • First Draft
  • Foley Legacy Foundation
  • Partnership con Knight e Lenfest
  • Local News Subscriptions Accelerator
  • News Co/Lab
  • News Integrity Initiative
  • News Literacy Project
  • Society of Professional Journalists
  • Crowtangle

Oltre questo Facebook può aiutare i giornali locali anche capendo meglio quali tipi di notizie le persone vogliono vedere sulla piattaforma. È un vantaggio per gli organi di informazione, sapere cosa le persone leggono o guardano più favorevolmente.

Cosa fanno le persone su Facebook?

Le persone vogliono essere sempre più vicine alla propria comunità, sia con i gruppi sia leggendo le notizie locali in questo modo le redazioni locali cercano un maggiore supporto. Ecco perché Facebook si sta muovendo verso due aree operative importanti, come:
  • sostenere i giornalisti e le redazioni locali nelle loro necessità di raccolta delle notizie nell’immediato futuro
  • aiutare gli organi di informazione locali a creare modelli di business sostenibili, sia attraverso i nostri prodotti che attraverso la nostra partnership.

Facebook crede che attraverso la promozione della lettura di notizie vere e il sostegno degli organi di informazione sia indirettamente stimolo per il senso civico delle persone. Facebook investe 300 milioni di dollari in programmi, partnership e contenuti relativi all’informazione, di questi 300 milioni, 25 milioni saranno investiti in YouTube per far in modo che le persone riescano a individuare le fake news.

Ma in definitiva, Facebook può aiutare i giornali locali?

Ecco alcuni dei componenti che renderà la stampa americana un posto davvero diverso:

  • Pulitzer Center: una progetto da 5 milioni di dollari per dar vita a “Bringing Stories Home”, un regalo che darà alle redazioni locali di tutto il Paese finanziamenti per promuovere la copertura di argomenti che riguardano le comunità locali. Il Pulitzer Center sosterrà ogni anno almeno 12 progetti di inchieste locali multimediali e approfondite, oltre a iniziative di sensibilizzazione della comunità correlate.
  • Report for America: un investimento di 2 milioni di dollari per collocare 1000 giornalisti nelle redazioni americane.
  • Knight-Lenfest Local News Transformation Fund: un investimento da 1 milione di dollari in questo fondo sarà dedicato a un centro di tecnologia e innovazione dell’informazione dedicato al rafforzamento del giornalismo locale nell’era digitale.
  • Local Media Association (LMA) e Local Media Consortium (LMC): un investimento da 1 milione di dollari in queste due organizzazioni per aiutare più di 2000 redazioni locali che ne fanno parte a comprendere, sviluppare e implementare flussi di ricavi attraverso contenuti brandizzati sia all’interno che all’esterno di Facebook.
  • American Journalism Project: 1 milione di dollari per questa impresa giornalistica, che crescerà e sosterrà organi di informazione civica locali attraverso la venture philanthropy.
  • Community News Project: un progetto da 6 milioni di dollari, annunciato alla fine del 2018, in collaborazione con alcuni dei più grandi editori regionali del Regno Unito, come Reach, Newsquest,JPI, Archant, Midland News Association e il National Council for the Training of Journalists (NCTJ) per reclutare dei “giornalisti delle comunità” apprendisti e collocarli nelle redazioni locali con un piano biennale.
Le notizie sono parti fondamentali della piattaforma Facebook, l’ho detto anche in altri contenuti presenti in questo sito; Facebook si impegna per fare in modo che le notizie siano attendibili, poi per ovvi motivi deve esserci la mano dell’uomo a non rovinare ciò che gli algoritmi tendono ad assicurare.

Ti ricordo che puoi acquistare Facebook Marketing Pro, il libro edito da Hoepli che ho scritto insieme a Cristiano Carriero, sul sito Hoepli, su Amazon o nella libreria della tua città. Ti invito anche ad iscriverti al mio canale Telegram, cliccando sul banner, perché ogni giorno troverai contenuti originali e dedicati a Facebook, WhatsApp for Business, Instagram e tutta la famiglia degli strumenti Facebook Inc.

 

Newsletter

Monia Taglienti

Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media FoodMarketer.
Monia Taglienti
Post by Monia Taglienti

Nasco con le parole nella testa e continuo con le parole tra le mani. La Laurea in Comunicazione è stata solo il punto di avvio di un amore destinato a non finire mai. Social Media Manager, Web Content Writer, Social Media Strategist e Social Media Food Marketer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *